CONTATTACI FORNENDO IL CODICE WE2019
PASSA IL MOUSE QUI !
SCOPRI LO SCONTO RISERVATO

GruppoEgea SCARL

Via Antonio Cecchi 38/r

Tel. 0102518746

02325220990

internet-1181586_640.jpg

Nell'anno 2007, abbiamo ampliato i nostri servizi potendo trasportare conto terzi, con mezzi omologati e autorizzati, tutti i tipi di rifiuti speciali e pericolosi.
Trasportiamo pertanto rifiuti di tipo industriale, rifiuti prodotti da altre società provenienti sia dalla semplice edilizia (detriti da demolizione, materiali isolanti ecc..) che da bonifica di siti, ci occupiamo delle micro e macro raccolta dei rifiuti di tipo infettivo provenienti da ospedali o ambulatori e quant'altro possa rientrare nell'ambito dello smaltimento dei rifiuti.

Trasporto e smaltimento presso discariche autorizzate per tutte le categorie di rifiuti pericolosi (amianto, lana di roccia, guaina bituminosa, ecc.) (ved. Cod CER*)

Bonifica effettuata, se richiesto, dal GRUPPO EGEA,informazioni su normative e quant'altro in materia, si occupa della bonifica dalle pratiche ASL alla rimozione con mano d'opera propria e specializzata,

Ariet il trasporto e lo smaltimento con rilascio di certificato di smaltimento avvenuto.

nostro personale dotato di mezzi idonei provvede a ritirare e portare a discarica i rifiuti generati da attività industriali e artigianali

Servizio di raccolta, trasporto e smaltimento di rifiuti pericolosi a rischio infettivo. Il servizio di microraccolta è rivolto a studi medici, studi medici dentistici, laboratori di analisi, cliniche veterinarie, farmacie, istituti estetici, tatuatori, ecc.
Fornitura di contenitori a norma. Il servizio di macroraccolta è rivolto ad Aziende Sanitarie Locali, Ospedali, ecc..)

Il Trasporto è programmato rispettando un calendario in base alle esigenze del Cliente. I mezzi utilizzati al ritiro sono di nostra proprietà regolarmente autorizzati (Albo Gestori Ambientali) e, dove necessita allestiti in conformità alla normativa ADR. Compilazione e rilascio di regolare formulario di identificazione rifiuto (FIR).
Tenuta del registro di carico e scarico (a richiesta) Elaborazione del Modello Unico di Dichiarazione annuale (MUD) entro il 30 Aprile di ogni anno (a richiesta).

Con l’acronimo RAEE, sono rifiuti di tipo particolare che consistono in qualsiasi apparecchiatura elettrica o elettronica di cui il possessore intenda disfarsi in quanto guasta, inutilizzata, o obsoleta e dunque destinata all’abbandono. I principali problemi derivanti da questo tipo di rifiuti sono la presenza di sostanze considerate tossiche per l’ambiente e la non biodegradabilità di tali apparecchi.
La crescente diffusione di apparecchi elettronici determina un sempre maggiore rischio di abbandono nell’ambiente.

CODICE C.E.R. 160214; 160216; 200136; 160213*; 200135*; 160602*
Rifiuti ed apparecchiature elettriche ed elettroniche

Registratori di cassa PC (hardware, tastiere ed accessori) monitor, televisori, modem, fax, calcolatrici, gruppi di continuità ,stampanti da tavolo ad aghi, inkjet e laser, aghi, macchine da scrivere, sistemi di videoscrittura Fotocopiatrice da tavolo e da sistema, Bilance da tavolo. Segreterie, centraline telefoniche ed apparecchi telefonici da tavolo Cellulari con batteria ed accessori  Pezzi di ricambio di grandi dimensioni Neon (tubi e lampade fluorescenti).

Cartucce, toner di stampa etc.
Fornitura di EcoBox per il corretto stoccaggio dei consumabili negli ambienti di lavoro.
Compilazione del formulario (FIR) smaltimento presso discarica autorizzata e rilascio del certificato di smaltimento avvenuto.

----------------------

F.I.R. FORMULARIO DI IDENTINTIFICAZIONE RIFIUTO

Il Formulario di Identificazione dei Rifiuti (F.I.R.) è il documento che attesta l’avvenuto corretto smaltimento del rifiuto redatto in 4 copie:
la 1° copia va consegnata al produttore del rifiuto al momento del ritiro
la 2° copia viene lasciata all’impianto di destinazione (discarica)
la 3° copia rimane all’azienda che effettua il trasporto del rifiuto
la 4° copia deve tornare al produttore del rifiuto ad attestare il corretto smaltimento.
Le copie dei formulari devono essere conservate per 5 anni.

Le norme di legge prescrivono che l’acqua destinata al consumo umano, alla preparazione di cibi e bevande, ad usi domestici, fornita tramite rete di distribuzione o da cisterna, deve essere priva di microrganismi e di parassiti, devono essere assenti sostanze inquinanti per non arrecare pericoli alla salute, D.Lgs. n.31 del 02/02/2001.

Per la legge colui che è responsabile risponde della potabilità dal punto di raccordo al tubo esterno sino alla cisterna o ai rubinetti, i valori di potabilità sono quelli fissati dalla ASL. Nella maggior parte dei casi questa figura di responsabile è l’Amministratore condominiale.

Ogni nazione ha i propri parametri per stabilire quando l’acqua è potabile e quindi adatta al consumo umano, alla base deve essere priva di batteri e virus, e sono stabiliti i valori minimi e massimi di ciascun elemento chimico. Sono l’analisi batteriologica e l’analisi chimico fisica che stabiliscono la potabilità.

ACQUA POTABILE

Ogni nazione ha i propri parametri per stabilire quando l’acqua è potabile e quindi adatta al consumo umano, alla base deve essere priva di batteri e virus, e sono stabiliti i valori minimi e massimi di ciascun elemento chimico. Sono l’analisi batteriologica e l’analisi chimico fisica che stabiliscono la potabilità.

L’analisi chimico fisica ha quattro parametri importanti:

il residuo fisso che indica la quantità di minerali residui presenti dopo aver portato l’acqua ad evaporazione, il limite è di (minore la quantità di residui più pura è l’acqua)

1500 mg\l

il Ph indica la concentrazione di ioni di idrogeno, il valore medio del Ph sta tra

6,5>8,5.

la temperatura alla sorgente deve essere piuttosto bassa tra

5 e i 10 C°

la conducibilità elettrica

abbastanza bassa

L’analisi batteriologica scopre l’eventuale presenza di coliformi, tra questi i coliformi fecali rappresentati da escherichia coli e klebsiella pneumoniae. I valori dei coliformi totali, fecali e streptococchi fecali devono essere pari a 0 per definire l’acqua potabile.

ANALISI POTABILITA'

ACQUE. TRATTAMENTO ACQUE PISCINE

L'analisi "chimica" e batteriologica" consente di individuare alcuni elementi inquinanti, i quali, in eccessive quantità, procurano danni notevoli alla salute.

VALORI DETERMINATI

AMMONIACA: la sua presenza è indice d'inquinamento da materiale organico. Concentrazioni superiori possono indurre effetti secondari indesiderati: odori e sapori sgradevoli, incrostazione / corrosione delle tubature.


NITRATI: prodotto finale dei processo di ossidazione biologica dei composti azotati (indice d'inquinamento passato). Con una quantità superiore al limite fissato non può essere usata per l'alimentazione dei bambini fino a 1 anno e di soggetti debilitati, in quanto può insorgere la metaemoglobinemia (diminuzione del trasporto di ossigeno ai tessuti). Concorrono alle formazione di nitrosammine cancerogene.

ANALISI CHIMICA E BATTERIOLOGICA

E' un batterio gram-negativo aerobio di cui se ne conoscono oltre 50 specie. La sua forma più grave è la pneumophila. Le legionelle sono presenti nell’acqua nei bacini e nelle condotte e da qui finiscono negli impianti idrici degli edifici e nelle piscine. L’uomo la contrae inalando l’acqua dove è presente il battere che va ad infettare i polmoni causando la legionellosi, porta questo nome perché fu diagnosticata la prima volta in uomini appartenenti all’esercito degli Stati Uniti. I sintomi principali sono febbre, cefalea, disturbi gastrointestinali e cardiaci e altre complicanze, nei casi più gravi può essere letale.

LEGIONELLA

 COPYRIGHT  2019  PAOLO PARODI    P. iva 01790660995     TEL. 347 8796870     e-mail :  wetrustitalia@gmail.com   Privacy